EXPO EXTRA TOUR,FAVA:PRIMA TAPPA IN PIEMONTE

“Il Lombardia Expo Tour si arricchisce di
tappe in altre regioni italiane e si trasforma nel Lombardia
Expo Extra Tour”. Lo ricorda l’assessore regionale
all’Agricoltura Gianni Fava. “Oltre alle 12 province lombarde –
aggiunge Fava – l’iniziativa promossa da Regione Lombardia per
diffondere e promuovere le tematiche legate a Expo 2015 toccherà
località di altre regioni, come il Piemonte, Puglia e la
Campania”..

Il primo appuntamento del Lombardia Expo Extra Tour sarà proprio
in Piemonte, a Borgosesia, in provincia di Vercelli, l’8 e il 9
novembre 2014. Lunedì 3 novembre, alle ore 11, presso il
municipio di Borgosesia (piazza Martiri 1) si terrà la
conferenza stampa di presentazione dell’articolato programma di
iniziative ed eventi che vedranno protagonista la località
valsesina.

Il Lombardia Expo Tour è un viaggio, un tour a tappe, voluto da
Regione Lombardia, in collaborazione con l’assessorato
all’Agricoltura, che ogni mese – iniziato a marzo scorso,
terminerà a marzo 2015 – toccherà una delle province lombarde
per far conoscere ai cittadini le opportunità e le potenzialità
dell’Esposizione universale, ma anche per far riscoprire loro i
prodotti locali e per valorizzarli in vista dell’appuntamento
del 2015.
Dopo Brescia, Bergamo, Pavia, Milano, Como, Monza Brianza,
Mantova e Cremona, con il doppio appuntamento di sabato 22 e
domenica 23 novembre 2014 sarà la volta di Lecco, quindi
toccherà a Sondrio, Lodi e infine Varese. Expo 2015
Gli eventi che caratterizzeranno il road-show puntano a
valorizzare la diversità di ogni territorio seguendo il filo
conduttore del tema dell’Expo: nutrire il pianeta, energia per
la vita. (Ln)

EXPO/1,MARONI:INFRASTRUTTURE PRONTE PER ESPOSIZIONE UNIVERSALE

“Abbiamo analizzato tutte le opere
connesse a Expo e di accessibilità e lo stato di avanzamento di
ognuna di esse, che varia da opera a opera e, salvo un paio di
criticità su alcune, c’è la certezza che tutte saranno concluse
in tempo per l’Esposizione. Per cui abbiamo buone notizie sulle
opere connesse e di accessibilità a Expo”. Lo ha spiegato il
presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, nel corso
della conferenza stampa seguita alla riunione operativa su Expo
2015, tenutasi presso la sede di via Rovello.

“L’opera che ha lo stato di avanzamento più alto, 95 per cento,
è la tratta A della Pedemontana, con le due tangenziali di
Varese e Como, che sarà aperta al traffico – ha detto il
presidente di Regione Lombardia – entro gennaio 2015 senza
esazione. Per tutte le altre opere, salvo appunto un paio di
criticità che sono state discusse ed esposte al ministro Martina
e quindi al Governo, siamo assolutamente in linea e consapevoli
che non ci sono ritardi che ci impediscano di pensare che
saranno messe in esercizio in tempo per l’Expo 2015″. (Ln)

GOLOSARIA,FAVA:EVENTO CHE DIVULGA VALORE DELLA QUALITA’

“Il cibo di qualità non viene prodotto
ovunque, non coincide con le commodities, con cui si fanno
grandi produzioni, senza badare troppo alla qualità. Qui
vogliamo continuare a produrre qualità, e a ‘divulgarla': perché
essa venga riconosciuta servono iniziative culturali di una
certa portata, dove si aprono dibattiti su più fronti. E
Golosaria è una piattaforma ideale che rappresenta quello che
sarà il dibattito durante Expo”. Lo ha detto l’assessore
regionale all’Agricoltura Gianni Fava, intervenendo oggi alla
presentazione di ‘Golosaria 2014′, la rassegna di cultura e
gusto in programma dal 15 al 17 novembre al Superstudio Più di
Via Tortona a Milano.
‘La vita come gusto, il gusto come stile di vita’ è il refrain
che il suo organizzatore e ideatore, Paolo Massobrio, ha voluto
per questa nona edizione. “Significa – ha spiegato Massobrio –
preferire la qualità alla quantità, approfondire la cultura
delle materie prime, imparare l’arte della scelta e della
selezione”.

VALORI IDENTITARI – “Il valore della materia prima è
imprescindibile, poi le modalità con cui questa viene
trasformata ne accrescono il livello qualitativo – ha osservato
Fava -. In Lombardia sappiamo fare bene entrambi. E la
produzione della materia prima non è sviluppata allo stesso modo
dappertutto. Noi diamo garanzie sotto tanti profili – sanitario,
alimentare, sindacale – che molti altri paesi non danno”.
Dunque, anche la trasformazione del prodotto diventa talmente
identitaria, “che quando si parla di grana padano – ha osservato
l’assessore regionale – si deve pensare a una produzione
manuale, diversa una dall’altra, garantita però dal medesimo
livello qualitativo, sia che venga realizzata dal piccolo
caseificio o dalla grande latteria”. “Questo ci rende unici al
mondo – ha precisato l’assessore – , la nostra biodiversità,
oltre 200 i prodotti tipici locali in Lombardia, è unica. Un
contesto in cui le iniziative come Golosaria fanno riscoprire e
valorizzare i prodotti, indipendentemente da quantità e
produzioni di nicchia, o meno”.

ANALISI ATTENTA DELLE PROPOSTE – La rassegna enogastronomica di
Paolo Massobrio nasce da un formidabile osservatorio: ognuno dei
200 produttori alimentari e dei 100 titolari di cantine ospitati
negli 8000 mq di fiera-mercato, sono stati selezionati,
osservati e ‘degustati’ più volte negli anni dal team di esperti
de ‘Il Golosario’, best seller dell’enogastronomia italiana.
Quest’ anno il libro ‘Il Golosario’ si fa ‘user friendly’ e
diventa anche un portale, una vera e propria banca dati
accessibile a tutti da computer e smartphone all’indirizzo
www.ilgolosario.it.

QUALITA’ PIU’ ACCESSIBILE A TUTTI – “Vorremmo arrivare a Expo
caratterizzandone il dibattito con un messaggio – ha detto Fava
-, passando da ‘Nutrire il pianeta’, tema irrisolto quanto
scontato, a promuovere la possibilità di ‘mangiare meglio in
tutto il mondo’. Chi fa lo sforzo di lavorare meglio, di portare
avanti le tradizioni deve poter essere tutelato. Chi produce
qualità deve essere promosso, discusso, fatto conoscere presso
il grande pubblico, anche grazie a strumenti come questo, di
alto livello sotto il profilo professionale, culturale e
scientifico”. “Questo settore è un pezzo di economia lombarda e
nazionale – ha sottolineato Fava – che va preservato e tutelato.
La grande sfida è che queste produzioni siano pagate di più, che
sia valorizzato il lavoro di chi fa qualità, non certo che ne
vengano aumentati i livelli produttivi”.

I NUMERI DELL’EDIZIONE 2013 – Quarantacinque mila visitatori,
suddivisi tra 75% consumer e 25% operatori, 5000 piatti serviti,
250 espositori, 300 artigiani del gusto e chef, 350 giornalisti
e blogger accreditati. (Ln)

CIVILTA’ DELL’ACQUA,DOMANI FAVA A CONVEGNO URBIM

L’assessore regionale all’Agricoltura
Gianni Fava parteciperà domani, venerdì 31 ottobre, al convegno
di presentazione del progetto “La civiltà dell’acqua in
Lombardia” (inizio previsto ore 9.30), a Mantova presso il
Teatro accademico Bibiena. Coordinati da Alessandro Folli
(presidente Urbim, Lombardia), interverranno Francesco Vincenzi
(presidente Anbi), Massimo Gargano (direttore Anbi), Diego
Terruzzi (Regione Lombardia), Giorgio Negri (Urbim Lombardia),
Elide Stancari (Territori del Mincio), Ada Giorgi (Terre dei
Gonzaga), Guglielmo Belletti (Navarolo); all’assessore Fava sono
affidate le conclusioni della giornata (ore 12).
Al convegno seguirà l’inaugurazione della mostra di fotografia,
in piazza Broletto 5, a Mantova; la mostra è aperta dal 1° fino
al 23 novembre. Saranno esposte opere di Gabriele Basilico,
Gianni Berengo Gardin, Vittore Fossati, Mimmo Jodice, Carlo
Meazza, Francesco Radino, Claudio Sabatino.

– ore 12, Teatro accademico Bibiena (via dell’Accademia 47),
Mantova. (Ln)

EXPO,MANTOVANI PROPONE ACCORDO A GIAPPONE SU ALIMENTAZIONE

Satoshi Miyamoto, presidente di Jetro e
Tatsuya Kato, commissario generale giapponese per Expo 2015,
sono stati ricevuti questa mattina a Palazzo Lombardia dal vice
presidente e assessore alla Salute di Regione Lombardia Mario
Mantovani. Al centro del colloquio Expo 2015 e i rapporti
bilaterali tra Lombardia e Giappone.
Gli esponenti della delegazione giapponese hanno reso noto che i
lavori del loro padiglione proseguono nel rispetto dei tempi,
così come la programmazione delle iniziative di promozione
previste per far conoscere e diffondere i propri prodotti
alimentari in Italia e nel mondo, con particolare riferimento
progettuale alla sostenibilità alimentare.

SOSTENIBILITA’ ALIMENTARE – “Per quanto riguarda il tema della
sostenibilità alimentare sono convinto che i nostri due Paesi
abbiano delle responsabilità sul piano mondiale: per la loro
storia, per le loro tradizioni, per la loro cultura. Il
riconoscimento dell’Unesco alle nostre due culture alimentari ne
è un esempio concreto. Lo dico anche come assessore alla Salute
dei 10 milioni di lombardi, perché una corretta alimentazione è
un principio base per una vita positiva, sul piano della
salute”.

ACCORDO DI INTERESSE MONDIALE – “Lo scorso 25 agosto ho ricevuto
la gradita visita istituzionale dell’onorevole Shinichi
Yokoyama, segretario parlamentare del ministero dell’Agricoltura
e delle Foreste giapponese, al quale ho lanciato una proposta:
in occasione di Expo i nostri due Paesi potrebbero tracciare una
sorta di accordo sull’alimentazione a livello mondiale. Se un
paese dell’Occidente come l’Italia e uno dell’Oriente come il
Giappone si dovessero incontrare per parlare di correttezza
alimentare, io credo che sul piano mondiale otterrebbero dei
benefici”. La proposta del vice presidente Mantovani è stata
accolta con interesse dal presidente di Jetro, il quale si è
impegnato di farsene portavoce presso il proprio Governo.

TANTI I TEMI IN AGENDA – “Si potrebbe promuovere e approfondire
il tema della correttezza alimentare, della contraffazione e
della qualità dei prodotti. La vostra organizzazione governativa
– ha detto Mantovani- insieme al ministero dell’Agricoltura e a
quello della Salute possono essere gli attori principali di tale
progetto”.

IL LAVORO IN PRIMA LINEA – “Infine rimane prioritario il tema
del lavoro” ha sottolineato il vice presidente di Regione
Lombardia. “Abbiamo un progetto di Regione e Unioncamere
Lombardia, ‘ Investy in Lombardy’, che ha lo scopo di promuovere
un’azione di business intercettando investitori dall’Estero. La
Lombardia si confermerà così terra di eccellenza, capace di
attrarre nuove risorse per lo sviluppo e l’innovazione”.(Ln)

WORLD EXPO TOUR,FAVA:RICERCA, RINNOVATA INTESA CON QUEBEC

L’assessore all’Agricoltura della
Lombardia, Gianni Fava, ha siglato ieri, su delega del
governatore Roberto Maroni e nell’ambito del World Expo Tour, il
rinnovo dell’intesa fra la Lombardia e il Québec per il
rafforzamento della collaborazione fra le due regioni in tutti
gli ambiti della ricerca, con particolare riferimento a quelle
manifatturiere.

PUNTI DI CONTATTO – “Lo Stato del Québec conta oltre 8 milioni
di abitanti, anche se ha un’estensione all’incirca quasi sei
volte l’Italia – ha ricordato Fava – e presenta alcune analogie
con la nostra regione in campo agricolo, per una elevata
presenza nel settore zootecnico; conta una ricchezza elevata nei
comparti energetico, minerario e dei servizi e riteniamo possa
essere un partner privilegiato del sistema Lombardia”.

MISSIONE A MILANO PER ‘PIANO NORD’ – L’assessore Fava ha inoltre
firmato un accordo bilaterale col ministro delle Relazioni
Internazionali e della Francofonia, Christine St. Pierre, che
prevede l’opportunità di organizzare una missione del Québec a
Milano per presentare alla comunità imprenditoriale lombarda il
“Piano Nord”, che prevede importanti opportunità di investimento
nel campo
minerario, energetico, infrastrutturale, con attenzione a porti,
strade e ferrovie.

PARTNER PRIVILEGIATO – La missione internazionale dell’assessore
Fava è stata anche l’occasione per sottoscrivere una
“Dichiarazione di Partenariato” fra i Quattro Motori d’Europa
(Lombardia, Catalunya, Rhone Alpes e Baden Württemberg) e il
Québec, che viene individuato come partner con status
privilegiato dell’associazione, acquisendo così la possibilità
di partecipare ai diversi progetti di cooperazione
internazionali che verranno messi in campo.

INTESA VIATICO PER INIZIATIVE DURANTE EXPO – La firma
dell’accordo consentirà anche al Québec di partecipare, durante
Expo 2015, a iniziative organizzate dai Quattro Motori d’Europa.
Nel corso dell’incontro di ieri pomeriggio, le delegazioni dei
Quattro Motori si sono confrontate col viceministro
all’Innovazione del Québec, Jean Belzile, sulle esperienze di
successo delle rispettive regioni nei settori della ricerca,
dell’innovazione tecnologica e dello sviluppo di cluster e pmi.

INCONTRO CON BUSINESS COMMUNITY – Nell’evento organizzato al
Museo di Storia e Archeologia di Montreal con la business
community internazionale del Québec, in particolare, si sono
accesi i riflettori sulle opportunità di investimento in
Lombardia e sull’Expo di Milano, in collaborazione con
Unioncamere Lombardia, Confindustria Lombardia e Promos, alla
presenza – fra gli altri – dell’assessore Fava, del
sottosegretario alla Presidenza di Regione Lombardia Fabrizio
Sala, del console generale d’Italia Enrico Padula, del
viceministro per le Relazioni Internazionali Michel Lafleur.

VISITA AD AZIENDA MECAER – Oggi, invece, le delegazioni dei
Quattro Motori d’Europa visiteranno il nuovo stabilimento
produttiva di Mecaer, azienda attiva nel settore aerospaziale,
con sede in Lombardia, ma che ha appena aperto un proprio polo
produttivo nel Québec. (Ln)

EXPO,DEL TENNO: CON CINA INCREMENTO DEGLI SCAMBI

Un momento di lavoro comune per
approfondire le rispettive peculiarità e gettare quindi le basi
per nuove collaborazioni anche in ottica Expo. Questo
l’obiettivo dell’incontro fra il sottosegretario alla Presidenza
della regione Lombardia Maurizio Del Tenno e una delegazione del
Distretto cinese del Panyu, guidata dal sindaco Lu Yixian e dal
console generale della Cina a Milano Liao Juhua. Era presente
anche il neo presidente del Pavia Calcio Zhu Xiaodong.

GETTATE BASI PER COLLABORAZIONE SEMPRE PIÙ FORTE – “In occasione
della recente vista del vostro premier qui a Milano – ha detto
Del Tenno – sono stati chiusi accordi molto importanti, seppur
in un momento per noi particolarmente difficile. Crediamo dunque
che per avere una grande collaborazione economica sia necessario
conoscerci sempre meglio. Per questo siamo molto felici di
ospitarvi oggi a Palazzo Lombardia, sicuri che questo sia solo
il primo di una lunga serie di incontri”.

L’EXPO – In questa prospettiva di incremento della
collaborazione e degli scambi, l’Expo rappresenta senza dubbio
“il primo aspetto che ci lega”. “Voi lo avete appena fatto – ha
ricordato Del Tenno – e noi lo faremo fra pochi mesi. Il vostro
è stato un grandissimo evento mondiale, noi speriamo di
avvicinarci a quello che siete riusciti a fare. Il tema che
avete scelto per il vostro padiglione incarna l’atteggiamento di
gratitudine, di rispetto e di cooperazione del popolo. Riteniamo
che incarni perfettamente lo spirito della manifestazione”.
A oggi 144 Paesi hanno già confermato la propria adesione
all’Esposizione universale. Paesi che rappresentano il 94 per
cento della popolazione mondiale. Del Tenno ha voluto
ringraziare la rappresentanza cinese, perché, da subito, ha
creduto in questa impresa.
“Sono previsti 20 milioni di visitatori – ha aggiunto il
sottosegretario – e il 30 per cento di essi verrà dall’estero”.

GLI SCAMBI LOMBARDIA/CINA – La Lombardia è la quinta Regione
europea per Pil ed è inserita fra le 30 migliori del mondo
grazie anche a un Pil pro capire di circa 34.000 euro.
In Lombardia ha sede il 75 per cento delle imprese italiane e le
esportazioni valgono 110 milioni di euro. E’ poi la prima
Regione italiana per investimenti esteri e l’undicesima in
Europa.
“In questo quadro – ha sottolineato Del Tenno – gli interscambi
Lombardia/Cina sono pari a 6,3 miliardi di euro. Sul nostro
territorio risiedono oltre 50.000 cinesi e hanno sede oltre
8.000 imprese con titolari cinesi”. (Ln)

WORLD EXPO TOUR, FAVA: ACCORDI INTERNAZIONALI UE-CANADA TUTELINO PRODTTI LOMBARDI

“È auspicabile che l’Unione
europea e il Canada raggiungano l’intesa sul Ceta (Comprehensive
economic and Trade agreement) perché è un aspetto fondamentale,
soprattutto nella partita relativa al settore industriale, con
particolare riferimento ai settori metallurgico e siderurgico),
ma è altrettanto di rilievo la questione legata al comparto
agroalimentare, per il quale è necessario stabilire regole
precise a tutela del Made in”.Lo ha detto oggi a Montreal, nel
Québec, l’assessoreall’Agricoltura della Lombardia, Gianni Fava,
intervenendo nella missione oltreoceano insieme al
sottosegretario alla Presidenza con delega all’Expo, Fabrizio
Sala, e i rappresentanti dei Quattro Motori dell’Europa (oltre
alla Lombardia, Catalunya, Rhones Alpes, Baden Württemberg). La
missione si inserisce nella iniziative della Lombardia relative
al World Expo Tour e ha lo scopo di rafforzare le collaborazioni
con il Quebec, di sviluppare progetti tra i Quattro Motori e il
Quebec e di promuovere in Canada Expo 2015.

SERI PERICOLI PER AGROALIMENTARE – “Il Ceta – ha spiegato Fava –
mostra seri pericoli per l’agroalimentare e non offre
sufficienti garanzie per i prodotti di alta qualità della
Lombardia e si teme che potrebbe comportare una diffusione di
prodotti di bassa fascia nel mercato canadese che avrebbero un
effetto seriamente negativo sulle esportazioni lombarde in
Canada, una delle porte d’accesso per il grande mercato
nordamericano”.

ATTENZIONE DA PARTE DEL CANADA – Un’attenzione al settore
ritenuta strategica anche da Pierre Marc Johnson, capo
delegazione canadese per il negoziato e già primo ministro del
Québec, che ha riconosciuto la validità e l’importanza dei
prodotti italiani di qualità. “L’accordo sul commercio – ha
dichiarato Johnson – attiverà importanti misure per
intensificare le cooperazioni economiche, il trasferimento
tecnologico e implementare i contatti imprenditoriali”.

IMPORTANZA MERCATO NORDAMERICANO – E nell’ottica delle
opportunità di investimento reciproco nel Québec e nelle regioni
dei Quattro Motori d’Europa, l’assessore lombardo Fava ha
ribadito “l’importanza del mercato nordamericano per le imprese
lombarde, il cui modello produttivo, in particolare per
l’agroalimentare, merita di essere conosciuto direttamente dai
rappresentanti del Québec, magari nel corso di Expo 2015″.

Fra gli interventi nell’incontro di oggi, presieduto dal
ministro delle Relazioni internazionali e della Francofonia,
oltre all’assessore Fava hanno preso la parola il ministro per
le Relazioni europee e internazionali del Baden Wurttemberg
Peter Friedrich, il segretario per gli Affari esteri della
Catalogna Roger Albinyana e il consigliere delegato per la New
economy, l’occupazione e l’artigianato di Rhone Alpes Cyril
Kretschmar.(Ln)

WORLD EXPO TOUR,MARONI AGLI ITALO AMERICANI:AIUTATECI A SUPPORTARE MADE IN ITALY

“Vorrei che Niaf fosse al fianco
della Lombardia e dell’Italia nella battaglia per supportare il
Made in Italy”, così il Presidente della Regione Lombardia
Roberto Maroni è intervenuto al 39esimo Gala Niaf, l’evento
annuale della National Italo american foundation, che
rappresenta venti milioni di cittadini italo americani ha vivono
negli Stati Unito e che quest’anno è stato dedicato alla
Lombardia, nominata Regione d’Onore in vista di Expo2015. Con
l’intervento del Presidente, accompagnato al Gala dall’assessore
all’Istruzione, formazione e lavoro Valentina Aprea e dal
sottosegretario all’Expo, Fabrizio Sala, si è conclusa la decima
tappa dl World Expo Tour della Regione Lombardia negli Stati
Uniti per promuovere l’Esposizione di Milano.

ANNO MEMORABILE – “Il prossimo sarà un anno memorabile per la
Lombardia e per l’Italia. Nei sei mesi della manifestazione
mostreremo al mondo che cosa rappresenta il nostro Paese.
Certamente tradizioni antiche, ma anche creatività, ricerca e
innovazione”, ha detto Maroni. “Mostreremo al mondo la
Lombardia, i laghi, le montagne, ma anche il nuovo Skyline di
Milano”. Per quanto riguarda i temi della manifestazione
“Regione Lombardia intendere mettere al centro il tema della
lotta alla contraffazione alimentare. Food safety e food
security sono due facce dello stesso problema”, ha detto.

SARETE CON NOI – “Milano, la Lombardia e l’Italia sono pronte
per accogliere tutti nel 2015 e negli anni a venire per
conoscere la nuova Italia, oltre che per riscoprire tradizioni
che sono anche le vostre”, ha detto Maroni dal palco. “Sono
certo che Niaf sara’ con noi”.(Ln)

FOTOGRAFIA, CAPPELLINI PRESENTA MOSTRA ‘LA NASCITA DI MAGNUM’

L’assessore alle Culture, Identità e
Autonomie di Regione Lombardia Cristina Cappellini presenterà,
mercoledì 29 ottobre, in conferenza stampa, la grande mostra
fotografica ‘La nascita di Magnum’, con Robert Capa, Henri
Cartier-Bresson, George Rodger e David Seymour, che si svolgerà,
al Museo del Violino di Cremona, dal 31 ottobre all’8 febbraio
2015.
Saranno presenti, tra gli altri, Carlo Vezzi, presidente
dell’Area Vasta di Cremona; Luca Burgazzi, presidente della
commissione Cultura del Comune di Cremona; Luca Manzoni della
Popolare di Milano e il curatore della mostra Marco Minuz.

– ore 11, Palazzo Pirelli (via Filzi, 22 – Milano), Sala
Gonfalone. (Ln)