FUNGHI,CONTRIBUTI FACOLTATIVI DA RACCOLTA PER MIGLIORAMENTI AMBIENTALI

I Comuni di montagna e gli enti parco
regionali non ubicati in territorio di montagna possono chiedere
il pagamento di una quota per la raccolta funghi che deve essere
destinata a opere di miglioramento ambientale. La delibera
approvata oggi dalla Giunta regionale, su proposta
dell’assessore all’Agricoltura Gianni Fava, stabilisce la
procedura che regola questi adempimenti tra cittadino, comuni
comunita’ montane e parchi di pianura, qualora questi enti lo
decidano, e stabilisce le quote massime, fissate in 5 euro
(raccolta giornaliera), 10 (settimanale), 20 (mensile) e 30
(annuale).

GLI INTERVENTI – “Da oggi, quindi – spiega l’assessore Fava – i
comuni possono convenzionarsi con le comunita’ montane per
esigere questi contributi facoltativi per interventi di
miglioramento ambientale, attivita’ di informazione concernente
aspetti della conservazione e tutela ambientale, nonche’ attivita’
didattiche in materia ambientale e micologica; interventi di
trattamento e governo del bosco volti al miglioramento della
produzione dei funghi; ripristino e miglioramento di strade
esistenti, nonche’ sistemazione e manutenzione dei sentieri”.
Nessuna variazione e’ stata apportata su modalita’ e quantitativi
di raccolta dei funghi. Il ‘titolo’ per la raccolta corrisponde
alla ricevuta di versamento dell’importo dovuto, da esibire
unitamente ad un documento di identita’ in caso di controllo.

LA NORMATIVA – La raccolta dei funghi e’ gratuita, come previsto
dall’articolo 97 (comma 1) della legge regionale 31 del 2008. Il
comma successivo da’ la facolta’ ai Comuni e ai parchi regionali
di subordinare la raccolta ad un contributo finalizzato alla
tutela del patrimonio boschivo e delle risorse naturali.
L’articolo 111 della medesima legge stabilisce che Regione
Lombardia regoli questo eventuale pagamento con provvedimenti
attuativi specifici assunti dalla Giunta regionale, previo
parere della Commissione consigliare Agricoltura. Questi
provvedimenti sono stati assunti con delibera di giunta il 24
luglio scorso. Il 29 luglio la Commissione Consigliare
Agricoltura ha approvato con voto favorevole unanime i suddetti
provvedimenti. Oggi, dunque, l’approvazione da parte della
Giunta regionale, a seguito del parere della Commissione
Consigliare. (Ln)

VINI,SALA:CON SPARKLING AWARD PREMIAMO VALORE AZIENDE

Il concorso, unico nel suo genere, e’ nato
con l’obiettivo di celebrare, nella cornice dell’Esposizione
Universale dedicata alla nutrizione, una delle produzioni
vitivinicole piu’ interessanti, valorizzando un segmento di
mercato ricco di etichette eccellenti come le italiane:
Franciacorta Docg, Trento Doc, Oltrepo’ Pavese Metodo Classico
Docg, Alta Langa Doc.

CHI PRODUCE METODO CLASSICO NEL MONDO – A livello
internazionale, nonostante latitudini, temperature, umidita’ e
terreni differenti, molti altri Paesi al mondo vantano
produzioni di grande qualita': Champagne (Francia), Cava
(Spagna), Sud Africa, Argentina, U.S.A., Inghilterra, Russia,
Australia e Nuova Zelanda con vini rifermentati in bottiglia,
capaci di regalare emozioni straordinarie. Eccellenze che un
panel di esperti andra’ ad analizzare, riconoscendo e premiando i
vini migliori.

EXPO OCCASIONE PER VALORIZZARE LAVORO VITICOLTORI – “Non
potevamo scegliere occasione migliore per fare luce sullo
straordinario lavoro che i viticoltori italiani di Metodo
classico portano avanti da anni. Il vino rifermentato in
bottiglia e’ un unicum che merita di essere studiato e
approfondito ed Expo 2015 e’ proprio questo: una riflessione a
tutto tondo sull’alimentazione, dal cibo al vino, dalla terra ai
calici”- ha spiegato l’assessore Sala.

PRODUZIONI STRAORDINARIE – “L’International Sparkling Awards
Milan e’ per noi una grande emozione, arriva a coronare un
percorso lungo due lustri, durante i quali abbiamo lavorato
moltissimo a livello locale per ottenere produzioni davvero
straordinarie. Le stesse che oggi potranno distinguersi in un
contesto internazionale di grande fascino e professionismo” ha
sottolineato Fabio Mondini, presidente dell’Associazione Gam
e20, organizzatrice del premio.

VERSO UN PREMIO DI CATEGORIA – Massimiliano Brambilla, membro
del Comitato Organizzatore ha espresso grande soddisfazione:
“Siamo molto orgogliosi del sostegno della Regione Lombardia,
partner istituzionale al quale va il nostro piu’ sentito
ringraziamento e lavoreremo affinche’ ISA Milan sia il primo,
decisivo, passo verso la costituzione di un Premio di categoria,
in modo che vengano diffusi e preservati i fondamenti di una
produzione di grande valore”.

FAR CONOSCERE NEL MONDO NOSTRE MIGLIORI PRODUZIONI – Leonardo
Valenti, Docente del corso di viticoltura ed enologia
dell’Universita’ Statale di Milano ha evidenziato che “Negli
ultimi anni, i viticoltori italiani hanno compiuto un grande
sforzo. Hanno lavorato molto per migliorare le loro produzioni e
per accrescere la loro presenza sui mercati stranieri. Ancora
tanto c’e’ da fare, in termini di sistema piu’ che di qualita’. E
in questo senso ISA Milan potra’ essere un ottimo punto di
partenza, per far conoscere nel mondo le migliori produzioni di
Metodo Classico, intese sia come cantine che come vigne”.

UN RICONOSCIMENTO CHE MANCAVA – Fiorenzo Detti, presidente AIS
Lombardia ha commentato entusiasta “Era tempo di celebrare il
Metodo Classico con un premio dedicato. Dopo tutto, le
produzioni italiane sono cresciute enormemente in qualita’,
valore e consumo. Dal 2007 le bottiglie di spumante italiano
esportate all’estero sono raddoppiate, conquistando anche Russia
e Cina, dove le bollicine made in Italy consumate nel 2014 sono
addirittura triplicate (+195% rispetto al 2013)”.

MODALITA’ PARTECIPAZIONE – La competizione entrera’ nel vivo
entro il prossimo 20 agosto, termine ultimo entro il quale le
aziende vitivinicole interessate e provenienti da qualsiasi
regione al mondo, potranno iscriversi al concorso accedendo al
sito

http://www.isamilan.com/index.php/it/regolamento/istruzione-per-l-acquisto.

I VINI IN CONCORSO – Otto le categorie nelle quali sara’
possibile concorrere: vini bianchi senza annata, vini bianchi
millesimati fino a 36 mesi di affinamento sui lieviti, vini
bianchi millesimati da 36 a 60 mesi di affinamento sui lieviti,
vini bianchi millesimati oltre 60 mesi di affinamento sui
lieviti, vini rose’ senza annata, vini rose’ millesimati fino a
36 mesi di affinamento sui lieviti, vini rose’ millesimati da 36
a 60 mesi di affinamento sui lieviti e vini rose’ millesimati
oltre 60 mesi di affinamento sui lieviti.

GIURIA AL LAVORO E DEGUSTAZIONI A EXPO – Dal 20 agosto fino al
10 settembre, esperti giudici, coordinati dal professor Valenti,
degusteranno i vini in concorso presentandoli successivamente in
una location allestita all’interno di EXPO, presso il Padiglione
‘Copagri-Love it’, per poi decretare, a meta’ settembre 2015 i
vincitori.

GRAN FINALE – Il 24 ottobre, le produzioni piu’ meritevoli
saranno premiate con un’esclusiva cerimonia in uno dei patrimoni
artistici e culturali piu’ imponenti d’Italia, la Villa Reale a
Monza, alla presenza delle piu’ importanti autorita’. (Ln)

DOMANI A INAUGURAZIONE VARIANTE NORD DI ROMANO DI L./BG

Il presidente della Regione Lombardia,
Roberto Maroni, e l’assessore alle Infrastrutture e Mobilita’,
Alessandro Sorte, interverranno domani, sabato 1 agosto,
all’inaugurazione della variante nord di Romano di Lombardia.
L’opera rientra fra quelle in programma per la sistemazione
della viabilita’ a seguito della realizzazione della linea Av/Ac
Milano-Verona, tratta Treviglio-Brescia.

– ore 11, Variante Nord Romano Lombardia Bg) in prossimita’ del
Laghetto San Marcello (Strada Provinciale Soncinese). (Ln)

PRESENTATO ‘CUVE’E ERBA-FELLBACH’, VINO ITALO-TEDESCO

Si chiama ‘Cuve’e Erba Fellbach’ ed e’
l’unione di due vini a base Riesling, composto da mille litri di
vino provenienti da cinque produttori Igt Terre Lariane e da
mille litri provenienti dalla cantina di Fellbach, cittadina
tedesca vicino a Stoccarda gemellata con la Citta’ di Erba (Como)
ed e’ stato presentato oggi a Pianeta Lombardia, il sito della
Regione all’interno di Expo, dalla presidente del Consorzio Igt
Terre Lariane Claudia Crippa.

IL PROGETTO – “Il progetto – spiega Crippa – nasce nel 2014 su
una proposta della cantina di Fellbach, che, entusiasta dei vini
lariani, ha proposto questo vino ‘a quattro anni'”.

IGT – Terre Lariane e’ il vino Igt (Indicazione geografica
tipica) delle province di Como e Lecco, riconosciuto dalla
vendemmia del 2008.

CONSORZIO – Il Consorzio Terre lariane e’ nato nel dicembre 2009
dalla volonta’ di sette produttori di lavorare insieme per la
valorizzazione dell’Igt. Oggi conta 18 soci e numerosi
appassionati che seguono le attivita’ di formazione, studio,
ricerca scientifica e promozione del territorio.

VITIGNI – Tra i vitigni maggiormente diffusi nella zona si
evidenzia la Verdesa, antico vitigno autoctono comasco. Tra gli
altri coltivati in zona, molti sono tipici del Nord Italia; tra
questi: Chardonnay, Pinot bianco, Riesling, Sauvignon,
Trebbiano, Barbera, Cabernet Sauvignon, Marzemino, Croatina,
Merlot, Sangiovese, Schiava e Croatina. Il sistema di potatura
della vite maggiormente diffuso e’ il Guyot, che permette di
modificare e migliorare la crescita della pianta e dei suoi
frutti per adattarla agli obiettivi per cui e’ coltivata. (Ln)

VINI,MARONI: REGIONE SOSTIENE SETTORE, DOPO VENDEMMIA GRANDE FESTA A MONZA

Sono lieto di essere qui oggi perche’
questa iniziativa fa parte del nostro progetto di valorizzare e
far conoscere le nostre eccellenze vitivinicole lombarde. Un
progetto in cui la Regione Lombardia si sta impegnando a fondo.
Stiamo sfruttando l’occasione offerta da Expo, una vetrina
straordinaria per far conoscere al mondo i nostri vini e infatti
nel nostro padiglione, il Pianeta Lombardia, sono esposti i vini
dei 12 consorzi della Regione Lombardia”. Lo ha spiegato il
presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, intervenendo
stamattina a Palazzo Pirelli alla conferenza stampa di
presentazione dell’International Sparkling Awards Milan, il
primo Premio internazionale dedicato unicamente alla migliore
produzione enologica nazionale e internazionale di vino
rifermentato in bottiglia, insieme all’assessore regionale alla
Casa, Housing
sociale, Expo 2015 e Internazionalizzazione delle imprese
Fabrizio Sala.

RUOLO IMPORTANTE – “La Lombardia a livello nazionale – ha
proseguito Maroni – riveste un ruolo importante in questo
settore avendo 42 denominazioni di qualita’ ovvero l’8% sulle 523
denominazioni di qualita’ in Italia. Per questo per noi il
settore vitivinicolo e’ fondamentale, in Lombardia abbiamo piu’ di
3900 imprese vitivinicole e nel 2014 abbiamo aumentato l’export
dei vini lombardi del 4%, per un totale di 280 milioni in
termini di export. E per sostenere questo settore come Regione
Lombardia abbiamo messo complessivamente 15 milioni per
supportare 12 progetti regionali e 7 progetti multi regionali”.

LA FESTA – “Il prossimo 24 ottobre – ha anticipato Maroni –
quando la vendemmia sara’ praticamente conclusa faremo una grande
festa, prima della chiusura di Expo, in quello che e’ un luogo
istituzionale di Expo ovvero la villa Reale di Monza”.(Ln)

MODA E DESIGN,PAROLINI:15 MLN PER PROGETTI DI RICERCA E INNOVAZIONE

Abbiamo deciso di lanciare questa
importante Misura, mettendo a disposizione ben 15 milioni di
euro, perche’ crediamo che la capacita’ di innovare processi di
produzione e prodotti sia uno dei fattori piu’ determinanti per
la competitivita’ delle imprese lombarde in un contesto economico
dinamico, che pone costantemente sfide decisive”. Lo ha
annunciato Mauro Parolini, assessore al Commercio, Turismo e
Terziario di Regione Lombardia, dopo l’approvazione della
Giunta, questa mattina, su sua proposta, del bando ‘Smart
Fashion and Design’, finanziato con risorse del Fondo Europeo di
Sviluppo Regionale 2014-2020(Fesr), nell’ambito del Programma
Operativo Regionale(Por).

TERZIARIO TRAINO PER SVILUPPO – “Sostenere con un impegno
economico cosi’ importante il terziario e i settori innovativi
rappresenta un’azione strategica in grado di fare da traino ad
altri comparti e di favorire uno sviluppo armonico e integrato
dell’economia lombarda. Moda e design, in particolare, – ha
spiegato Parolini – sono due dei settori economici piu’ rilevanti
per numero di occupati e per valore aggiunto prodotto, pilastri
importanti dell’economia e dell’identita’ regionale, ma anche
sinonimi di eccellenza riconosciuta in tutto il mondo, capaci
realmente di innescare investimenti significativi e ricadute
positive ad ampio raggio”.

BANDO D’AVANGUARDIA – “Questo bando ha caratteristiche
d’avanguardia – ha aggiunto l’assessore -, perche’ consente
innanzitutto di finanziare i progetti fino
all’industrializzazione dei risultati della ricerca,
soddisfacendo cosi’ un’esigenza che proviene dalle richieste del
comparto e permettendo alla Misura di essere molto efficace e
non generica, e poi perche’ stimola le imprese ad aggregarsi e a
mettere in rete creativita’, risorse e competenze”.

DESTINATARI – Il bando si rivolge ad aggregazioni composte da
almeno 3 soggetti tra imprese (grandi o Mpmi) dei comparti
servizi, commercio e manifatturiero in partnership tra loro o,
facoltativamente, con organismi di ricerca e Universita’.

AZIONI – Saranno finanziati, a fondo perduto, progetti di
sviluppo sperimentale, innovazione e divulgazione dei risultati
nei seguenti ambiti: eco-industria, industrie creative e
culturali, industria della salute, manifatturiero avanzato,
mobilita’ sostenibile e Smart Cities and Communities.

DURATA – La durata massima dei progetti di intervento sara’ di 24
mesi. Il regime dura fino a dicembre 2018. (Ln)

AGRICOLTURA,60 MILIONI PER SOSTENERE COMPETITIVITA’ AZIENDE

Oggi Regione Lombardia si impegna a
sostenere gli investimenti del Sistema agricolo lombardo
attraverso l’operazione 4.1.01 del Programma di sviluppo rurale
2014-2020, che e’ considerato forse il provvedimento piu’ atteso
dagli imprenditori agricoli, ai quali garantiremo una prima
tranche pari a 60 milioni di euro”.
A dirlo e’ l’assessore all’Agricoltura della Lombardia Gianni
Fava, al termine della Giunta regionale di oggi, che ha
licenziato la delibera con la quale appunto viene approvato lo
schema di disposizioni attuative relative all’operazione 4.1.01
sugli ‘Incentivi per investimenti per la redditivita’,
competitivita’ e sostenibilita’ delle aziende agricole’ del Psr
2014-2020.

SOLDI PER SVILUPPO E SOSTENIBILITA’ AMBIENTALE – La dotazione
finanziaria complessiva dell’operazione e’ pari a 60 milioni di
euro, dei quali 20 milioni sono destinati alle domande
presentate da richiedenti conduttori di aziende delle zone
svantaggiate di montagna, e 40 milioni sono a disposizione per
le domande presentate da richiedenti conduttori di aziende non
di montagna.
“Sono risorse necessarie per la crescita delle imprese, delle
societa’ e delle cooperative agricole – dichiara Fava -, che
potranno generare un valore aggiunto al sistema agroalimentare
lombardo come conseguenza dell’obiettivo che si pone
l’operazione del Psr che la Regione Lombardia ha deliberato e
che attiene allo sviluppo della competitivita’ del settore
agricolo, alla garanzia della gestione sostenibile delle risorse
naturali e all’azione per il clima”.

VOLANO PER INIZIATIVA PRIVATA – Nonostante la grave crisi che
sta colpendo con particolare gravita’ la zootecnia e i ritardi
provocati dai burocrati ministeriali e comunitari, dice
l’assessore Fava, “c’e’ voglia di investire da parte degli
agricoltori; solo un anno fa, la misura analoga del Psr
precedente, 2007-2013, la 121, a fronte di 25 milioni di euro di
risorse messe a disposizione aveva attratto domande per 78
milioni, in grado di generare, attraverso il meccanismo del
cofinanziamento, investimenti per 200 milioni. Sono dunque molto
fiducioso”.

La delibera approvata oggi, inoltre, da’ mandato alle competenti
strutture tecniche della Giunta regionale di predisporre le
disposizioni attuative che stabiliscono, tra l’altro, i termini
di presentazione delle domande e di svolgimento delle procedure
amministrative per la gestione delle domande stesse. I dettagli
tecnici saranno pubblicati sul sito
www.agricoltura.regione.lombardia.it. (Ln)

PESCARZO DI CAPO DI PONTE/BS, DOMANI PAROLINI A ‘IMMAGINARTI’

L’assessore al Commercio, Turismo e
Terziario di Regione Lombardia Mauro Parolini interverra’ domani,
sabato 1 agosto, all’inaugurazione della 16ยช edizione di
‘ImmaginArti – L’Anima Della Pietra’, la manifestazione che
raccoglie oltre settanta maestri artigiani provenienti dalla
Vallecamonica e dal Centro e Nord Italia, che, per nove giorni,
espongono le proprie opere nel centro storico.

– ore 18, piazza S. Rocco, Pescarzo di Capo di Ponte (Brescia).
(Ln)

DOMANI DELEGAZIONE AZIENDE MYANMAR

Nell’ambito del calendario di eventi di
Pianeta Lombardia, il padiglione della Regione all’interno del
sito Expo, e’ previsto per domani, venerdi’ 31 luglio, alle ore
16, l’incontro con una rappresentanza di aziende dei settori del
Riso e del Turismo del Myanmar.

L’incontro, organizzato da Promos, azienda speciale per le
Attivita’ Internazionali della Camera di Commercio di Milano, in
collaborazione con il Consolato Generale onorario del Myanmar,
rientra nell’ambito del programma ‘Lombardy Business Days’. (Ln)