Tutti gli articoli di admin

LOMBARDIA.CAPPELLINI:MACROREGIONE CULTURALE PARTE DA VARESE E COMO

a“Regione Lombardia, Regione Piemonte e
Ministero dei Beni e delle Attività culturali intensificano, con
questo protocollo, la collaborazione per la valorizzazione del
sito Unesco ‘Sacri Monti di Piemonte e Lombardia’ all’interno di
una visione strategica unitaria”. Così Cristina Cappellini,
assessore alle Culture, Identità e Autonomie di Regione
Lombardia, ha commentato la firma del protocollo sui Sacri Monti
nel salotto della Regina Margherita in Villa Reale, a Monza.

I FIRMATARI – Con l’assessore Cappellini hanno siglato il
documento l’assessore del Piemonte Antonella Parigi e, per il
Ministero, Caterina Bon Valsassina della Direzione regionale per
i Beni culturali e Paesaggistici della Lombardia e Mario
Turetta, suo omologo in terra piemontese.
“Un’intesa macroregionale – ha sottolineato l’assessore
Cappellini -, che mira a valorizzare i 9 tesori che, dal 3
luglio 2003, sono entrati a far parte del patrimonio Unesco”.
Due Sacri Monti sono in Lombardia, quelli di Varese e di
Ossuccio-Tremezzina (Como), mentre il Piemonte ne annovera 7:
Belmonte, Crea, Domodossola, Ghiffa, Oropa, Orta e Varallo.

EXPO,APREA:FIRMATO PROTOCOLLO CON PADIGLIONE ITALIA PER GIOVANI CHEF

chef“Costituiremo un albo d’oro della
formazione professionale lombarda della ristorazione che
metteremo a disposizione del Padiglione Italia affinché i nostri
giovani possano vivere un’esperienza di lavoro unica nel loro
percorso formativo”. Lo ha detto Valentina Aprea, assessore
all’Istruzione, Lavoro e Formazione Professionale, dopo la
sottoscrizione con Commissario Generale di Sezione di
Padiglione Italia – Expo Milano 2015, Diana di un Protocollo di
Intesa che ha l’obiettivo di proporre a giovani studenti
formatisi presso enti che offrono percorsi di istruzione e
formazione professionale nel settore della ristorazione,
accreditati in Regione Lombardia, opportunità per consolidare e
sperimentare sul campo le competenze acquisite nei propri
percorsi formativi, in occasione dell’evento Expo Milano 2015.

“L’intesa di oggi tra Padiglione Italia e Regione Lombardia, è
un tassello importante della costruzione di quel Vivaio Italia
che abbiamo messo al centro del concept del nostro Padiglione” –
afferma Diana Bracco, Commissario Generale di Sezione di
Padiglione Italia a Expo Milano 2015. “Grazie a questo
protocollo i migliori ragazzi della formazione professionale
lombarda potranno essere protagonisti di Milano 2015 e questo ci
fa davvero piacere perché vogliamo che Expo sia un grande evento
fatto da e per i giovani”.

Alla sottoscrizione del Protocollo di Intesa seguirà la
pubblicazione di un bando di concorso che si propone di
selezionare giovani meritevoli, che abbiano ottenuto nel proprio
percorso risultati formativi particolarmente brillanti, ai quali
verrà offerta la possibilità di collaborare con chef stellati
all’interno di Padiglione Italia. Regione Lombardia selezionerà
in tempi brevi giovani chef e in raccordo con Padiglione Italia,
stabilirà le modalità di partecipazione degli studenti ad Expo
2015. (Ln)

LOMBARDIA.VINO,FAVA:QUALITÀ VALTELLINA DÀ VALORE ALL’EXPORT

vino“Qui ci sono aziende che hanno
scommesso sulla tradizione del vino di montagna, sui vitigni
storici, i grandi Nebbioli delle montagne lombarde, ma con
piccole produzioni e impianti moderni. Che riescono a
ottimizzare il lavoro e si affacciano a mercati di nicchia, di
chi sa riconoscere un prodotto che non può finire
indistintamente sui mercati. Produrre qui è più costoso e solo
riqualificando la bottiglia riesci a trovare l’equilibrio
economico necessario”. E’ quanto ha sottolineato ieri
l’assessore all’Agricoltura Gianni Fava, visitando l’azienda
vinicola di Mamete Prevostini, a Postalesio

LOMBARDIA EXPO TOUR, DOMANI PRESENTAZIONE A CREMONA DELLA OTTAVA TAPPA

expo-tourL’assessore regionale alle Culture,
Identità e Autonomie Cristina Cappellini presenterà domani,
lunedì 6 ottobre, l’ottava tappa del ‘Lombardia Expo Tour’, che
si svolgerà a Cremona domenica 12 ottobre.
Alla conferenza stampa prenderanno parte anche Giandomenico
Auricchio, presidente della Camera di Commercio di Cremona,
Ettore Prandini, presidente di Coldiretti Lombardia, e Paolo
Voltini, presidente provinciale di Coldiretti Cremona.

CULTURA,CAPPELLINI:CRIPTA SACRO MONTE SCRIGNO DA SCOPRIRE

b“Regione Lombardia sostiene con
convinzione l’opera di valorizzazione del Sacro Monte con un
ulteriore contributo di 100.000 euro sui 222.500 necessari al
lavoro di recupero della cripta”. L’ha detto l’assessore alle
Culture, Identità e Autonomie di Regione Lombardia Cristina
Cappellini intervenendo alla presentazione delle scoperte fatte
durante i lavori di restauro della cripta di Santa Maria del
Monte, al Sacro Monte di Varese.
Sono intervenuti l’arciprete del Sacro Monte monsignor Erminio
Villa, il presidente della Fondazione Paolo VI monsignor
Gilberto Donnini, il Soprintendente per i Beni Architettonici e
Paesaggio Giuseppe Stolfi, il Soprintendente per i Beni
archeologici della Lombardia Barbara Grassi e l’architetto
Gaetano Arricobene.

EXPO TOUR CR/3,MARONI:CON EXPO PIÙ ATTENZIONE A TERRITORIO E AGRICOLTURA

a“A fine mese sarò a Washington, dove
Regione Lombardia è stata inviata come Regione d’onore, alla
riunione annuale degli Italiani in America, alla quale, di
norma, partecipa anche il presidente degli Stati Uniti. Sarà
l’occasione per chiedere anche a Barak Obama un impegno forte a
tutela del Made in Italy”. Lo ha detto il presidente della
Regione Lombardia Roberto Maroni, che, questa mattina, ha
partecipato al convegno ‘Dalle stalle lombarde ai grattacieli di
New York. Il Made in Italy alla sfida dei mercati’, uno dei
numerosi eventi dell’ottava tappa del ‘Lombardia Expo Tour’ a
Cremona.

STOP ITALIAN SOUNDING – Ricordando l’ottima collaborazione
costruita con Coldiretti, “che voglio prosegua anche dopo Expo”,
il governatore ha voluto porre l’accento sull’impegno forte di
Palazzo Lombardia proprio sul tema della difesa delle produzioni
agroalimentari, un’eccellenza della Lombardia e dell’Italia,
minacciate dal consumo nel mondo di prodotti che sembrano
italiani, ma tali non sono”. “Un fenomeno – ha spiegato il
presidente – che crea un danno pari a 60 miliardi di euro, il
doppio di tutto il nostro export nel settore. Se noi riusciamo a
ridurlo anche solo del 10 per cento, vuol dire recuperare 6
miliardi per le nostre imprese. Per questo abbiamo preso
l’iniziativa e abbiamo scritto un protocollo che impegna gli
Stati europei in questa lotta e vogliamo che Expo sia
l’occasione perché la Commissione europea e tutti i Paesi Ue,
prendano questo impegno”.

TERRITORIO UNICO – Altro obiettivo da raggiungere attraverso
Expo, ha evidenziato il presidente, quello di “valorizzare la
Lombardia e farla conoscere in tutto il mondo, riuscendo a far
tornare buona parte dei visitatori dell’Esposizione universale
anche negli anni a venire”. “Sul nostro territorio – ha
sottolineato Maroni – abbiamo bellezze artistiche e naturali,
uniche al mondo. Dobbiamo imparare a valorizzarci di più, perché
magari anche Lombardi non sanno che nella loro regione ci sono
13 siti Unesco, compreso quello della liuteria cremonese,
iscritto nella lista del Patrimonio immateriale dell’umanità”.

DIFESA DEL SISTEMA CAMERALE – Citando il bando da 10 milioni di
euro che Regione Lombardia ha fatto per stimolare iniziative dei
territori per Expo, Maroni ha ricordato la questione relativa al
futuro delle Camere di commercio: “Noi – ha detto – abbiamo un
ottimo rapporto con queste realtà e abbiamo sottoscritto un
Accordo di programma per co-finanziare iniziative a favore delle
imprese e anche iniziative per Expo”. “Il sistema camerale
lombardo funziona – ha concluso il presidente -, non è un costo.
La decisione che il Governo ha preso di dimezzare il contributo
alle Camere di commercio mette in difficoltà la possibilità di
questo sostegno. Abbiamo avanzato delle proposte emendative e
auspico una modifica, che possa salvaguardare questo sistema,
che, ripeto, funziona bene”. (Ln)